Investire sulla pubblicità non è più un optional ormai su Amazon. I nuovi business stanno aprendo account ogni giorno, aumentando così la competizione. I prezzi del cost-per-click medio (CPC) stanno aumentando in ogni categoria, raggiungendo in certi casi il punto di non-profitto.

Con tutta questa competizione, investire in pubblicità diventa un must. Col 49% di clienti che iniziano le loro ricerche prodotto direttamente su Amazon (dati CPC strategy), essere passivi è la cosa più sbagliata.

L’algoritmo di Amazon ha diversi fattori di ranking quando decide chi si piazza in cima a una qualsiasi ricerca, ma la rapidità delle vendite è il fattore numero uno. Questo dato riporta quante vendite effettive stai generando nell’ultimo periodo. Non è un dato esatto, ma più che altro una generalizzazione del numero di unità vendute.

Come generi questa rapidità di vendita se nessuno ti trova? Pubblicità.

Due fattori primari portano vendite organiche: fattori diretti e indiretti.

I fattori diretti sono i più importanti.

Se non hai prodotti in stock quando i clienti vogliono acquistare, nessun tipo di pubblicità potrà aiutarti perché non puoi pubblicizzare prodotti per i quali non hai vinto la Buy Box.

Il prezzo è una considerazione chiave per Amazon quando determina chi va in cima alla ricerca. Se abbassi il prezzo non ci finirai immediatamente, ma se questo ti fa aumentare le vendite anche il tuo ranking migliorerà.

photo5859706298516483806.jpg

Come determinare il tuo obiettivo PPC

 Se non l’hai già fatto, ti consigliamo prima di tutto di leggere la spiegazione dettagliata dei diversi tipi di annunci che puoi impostare con Amazon: clicca qui per andare all’articolo designato.

Ora che hai un overview, puoi iniziare a capire quali sono i tuoi obiettivi.

Che cosa vuoi ottenere con i tuoi annunci? Aumentare le vendite? Acquisire clienti?

 

photo5859706298516483807.jpg

Vuoi aumentare le vendite?

Se è questo il tuo obiettivo, probabilmente dovrai sacrificare l’efficienza. Se aumenti tutti i tuoi bid del 150%, non sai se riceverai un ritorno equo in vendite dovuto alla legge di ritorni in diminuzione che gestiranno il tuo ACoS (Average Cost of Sales).

Vuoi aumentare velocemente l’efficienza? 

Con efficienza si intende abbassare il prezzo della tua pubblicità.

Meno spendi sugli annunci meglio è, perché ciò ti lascerà più margine, quindi più efficienza.

Focalizzarsi solo su questa strategia, però, ridurrà le tue vendite perché anche le keyword che non stanno avendo una buona performance comunque generano vendite.

Vuoi aumentare vendite ed efficienza?

 Per farlo ti serve tempo. È una strategia a lungo termine che ti tornerà molto utile una volta che sarai attivo al 100% su Amazon.

Ti serve tempo per identificare le keyword da biddare e per sapere quanto pagare per assicurarti che portino profitti. I bid poi vanno aggiornati costantemente per stare al passo con competizione e stagionalità.

 

Best practice per strutturare le tue campagne PPC

 Le campagne PPC su Amazon funzionano così:

Campagna

·      Gruppo Ad 1

-       Keyword

-       Keyword

·      Gruppo Ad 2

-       Keyword

-       Keyword

Puoi avere prodotti multipli in un gruppo ad, e quei prodotti appariranno per le keyword in quei gruppi specifici.

Quando si tratta di strutturare le tue campagne, più sono granulari meglio è.

Se vuoi combinare prodotti multipli in un unico gruppo oppure separarli, dovresti farti queste domande:

1)    I prodotti avranno bisogno di keyword uniche?

A volte se i tuoi prodotti si assomigliano abbastanza, non hai bisogno di un gruppo separato. Comunque, se un gruppo unico di keyword è un gruppo importante, forse è meglio se le separi.

2)    Voglio poter controllare la spinta che do a un prodotto piuttosto che a un altro?

Avere gruppi separati per ogni prodotto ti permette anche di allocare bid specifici sui singoli prodotti se il tuo intento è spingerne uno più degli altri. Se invece sono nello stesso gruppo, utilizzeranno tutti lo stesso bid allocato a quel gruppo.

 

Due strategie PPC che funzionano

Ottimizzare i tuoi bid 

Ottimizzare i bid è un gioco senza fine quando ti trovi su Amazon. I bid hanno bisogno di essere continuamente aggiustati per stare al passo con la concorrenza e mantenere la loro efficienza.

Le tue ottimizzazioni di bid saranno guidate dai tuoi goal, e dovrai anche ricordarti di tenere a mente il tuo goal di ACoS, quando determinerai se aumentare, diminuire o lasciare un bid.

Raccogliere Keyword

 È una parte fondamentale di ogni strategia e consiste nel comprare dati per fare ricerche di mercato e raccogliere i termini di ricerca utilizzati più spesso dai clienti.

Qual è la differenza rispetto all’utilizzo di strumenti esterni? Raccogliere dati dalle tue stesse campagne è la cosa migliore perché mostrerà risultati derivanti da clienti reali e paganti, e quanto denaro ci è voluto per portarli a comprare da te.

Per raccogliere le tue keyword devi scaricare il Search Term Report dal tuo account Seller Central. Questo contiene i termini di ricerca che le tue campagne automatiche hanno scelto.

Ti suggerisco di scaricarlo ogni 3-6 settimane.

3 consigli essenziali da portare a casa

1)    Definisci i tuoi obiettivi generali e calcola il tuo obiettivo ACoS. Se non lo calcoli non avrai una base da cui far partire le ottimizzazioni dei tuoi bid.

2)    Pubblicizza i tuoi cavalli di battaglia. Non perdere tempo coi prodotti che semplicemente non funzionano.

3)    Non perderti in un bicchier d’acqua: è importante ottimizzare i bid, ma ossessionarsi sulle spese ogni giorno ti porterà via troppo tempo e non ti aiuterà. Guarda ai trend sul più lungo periodo: Amazon cambia continuamente, è complesso e i tuoi bid sono solo un piccolo aspetto di questo gigantesco sistema.

 

Hai dubbi e vorresti approfondire? Contattaci quando lo desideri per ottenere una consulenza gratuita.

 

Comment