Amazon ranking.png

“Come funziona l’algoritmo di Amazon? Come posso migliorare la posizione del mio prodotto all’interno di questo motore di ricerca?” Questa è senza dubbio la prima domanda che sorge spontanea a chi decide di vendere il proprio prodotto sull’e-commerce di Amazon.
Recenti studi hanno dimostrato che i prodotti in prima pagina ottengono l’70% di tutte le vendite e quelli che compaiono nelle prime tre posizioni ne raggiungono addirittura il 64% del totale. Inoltre solo il 30% degli acquirenti oltrepassa la prima pagina.
E ora, sei ancora convinto che per vendere su Amazon basta inserire il tuo prodotto nella piattaforma? A giudicare dai dati non c'è niente di più falso: se vuoi vendere il tuo prodotto devi prima posizionare nella prima pagina.

Considerato che gli incassi di Amazon corrispondono al 43% del fatturato delle vendite online negli USA (178.87 miliardi nel 2017), siamo sicuri che non ti vuoi perdere la possibilità di far parte di questo mercato solo perché non ti trovi nella prima pagina. Vediamo, quindi, quali sono i fattori che influenzano il posizionamento del tuo prodotto su Amazon.

Come funziona l’algoritmo di Amazon?
 

Prima di tutto cerchiamo di metterci nei panni di Amazon. Amazon.com porta nel suo sito 170 milioni di compratori ogni mese. E qui la parola chiave è “compratori”. Sì, perché al contrario di Google - dove le persone cercano consigli sentimentali, video di gatti, recensioni prodotto, ecc. - Amazon è un marketplace. Quindi possiamo dire che se qualcuno cerca un prodotto su Amazon è molto probabile che sia interessato a comprarlo. A dimostrazione di ciò, alcuni studi dicono che l’80% dei compratori scelgono Amazon piuttosto che Google.
Quindi, in qualità di rivenditore online più grande del mondo, come può Amazon garantire la classifica dei migliori prodotti nella sua piattaforma? Amazon stessa ci fornisce informazioni sulla sua visione strategica direttamente nella pagina “lavora con noi”:

Quando Amazon.com fu lanciato aveva una missione ben definita: essere l'azienda maggiormente focalizzata sul cliente al mondo, in cui i clienti possano cercare e trovare qualsiasi oggetto desiderino acquistare online, impegnandosi ad offrire i prezzi più bassi possibili. Questo obiettivo è valido ancora oggi, ma i clienti di Amazon sono adesso internazionali e comprendono milioni di Consumatori, Venditori, Creatori di contenuti, Sviluppatori e Aziende. Ognuno di questi gruppi ha esigenze differenti e lavoriamo costantemente per soddisfarne le necessità, promuovendo nuove soluzioni che semplificano, velocizzano, migliorano e ottimizzano in termini di costo/qualità le risorse e i processi esistenti.

In poche parole Amazon vuole due cose: guadagni e clienti abituali.

Che cos’è l’A9?
 

Se hai usato Amazon anche solo una volta, hai già interagito con l’A9: l’algoritmo per il posizionamento dei prodotti. Dato che questa guida riguarda proprio il posizionamento, abbiamo deciso di sbirciare nel cuore dell’algoritmo per capire come questo si relaziona con la più grande visione strategica dell’azienda.
L’obiettivo principale di A9 è offrire i prodotti più pertinenti per ogni query di ricerca dei clienti. Amazon raggiunge questo obiettivo indicizzando e analizzando dettagliatamente ogni scheda di prodotto: scopre la sua natura, analizza le vendite precedenti e altre metriche sul rendimento. In questo modo fornisce al cliente i risultati più rilevanti. La cosa incredibile è che tutto questo processo dura solo un nanosecondo!

Quali fattori influenzano il posizionamento in Amazon?

Amazon sembra avere un duplice approccio in merito al ranking sulla sua piattaforma:

  1. Performance e conversioni
  2. Pertinenza

Performance e conversioni: come influenzano il posizionamento in Amazon?

Vendite

Le vendite sono il fattore che più influenza il sistema della SEO in Amazon. È semplice: più il tuo prodotto viene comprato, più Amazon guadagna. Ecco perché l'azienda ha deciso di creare la classifica dei “Best Seller”, una lista di prodotti che si vendono bene nella piattaforma. Più un prodotto è in alto, più venderà. Ad esempio, un prodotto che si trova alla posizione #1, potrebbe aver venduto 10.000 pezzi in un dato mese; al contrario, un prodotto che si trova alla posizione #10.000, potrebbe aver venduto 1 o 2 pezzi nello stesso periodo di tempo.

Vediamo l'esempio sottostante:

WhatsApp Image 2018-06-12 at 18.07.54.jpeg


Sponsorizzazioni a parte, tutti i prodotti nella prima pagina vendono complessivamente una media di 1.410 unità al mese (circa 50 unità ogni giorno). Riesci anche solo a immaginare di vendere 1.400 unità al mese o oltre 16.000 unità all'anno del tuo prodotto? Amazon lo rende possibile.

Come si porta un prodotto nella prima pagina?

Ricorda: vendite, vendite e ancora vendite! Più il tuo prodotto viene comprato, più salirà verso la prima pagina, e più salirà, più verrà comprato: è un cerchio!

Amazon, però, permetterà al tuo prodotto di stare nella prima pagina se raggiungi il livello di vendite dei venditori che al momento sono in prima pagina. Fortunatamente ci sono diversi modi alternativi per raggiungere questo livello, ad esempio attraverso promozioni o giveaway. Sappiamo che pensare di regalare decine o addirittura centinaia di unità prodotto può sembrare una follia, ma attualmente è il miglior modo per scalare la classifica e arrivare alla famigerata prima pagina.

Recensioni

Quando ancora Amazon vendeva solo libri, il suo team ha introdotto qualcosa che avrebbe cambiato per sempre le vendite online: le recensioni degli utenti. Ritenevano, infatti, che le recensioni generate dagli utenti avrebbero dato un enorme vantaggio rispetto agli altri rivenditori di libri online e pensavano (correttamente) che, in questo modo, i clienti sarebbero stati meno inclini a fare acquisti dalla concorrenza. Ancora oggi, le recensioni sono parte integrante del processo di acquisto di Amazon.
Quindi, per scalare la classifica, Amazon chiede la stessa quantità e qualità di recensioni rispetto agli altri prodotti trovati in prima pagina. In questo modo il tuo prodotto dà una sensazione di fiducia e sicurezza all'utente.

WhatsApp Image 2018-06-12 at 18.07.54 (2).jpeg
WhatsApp Image 2018-06-12 at 18.07.54 (1).jpeg

Tasso di conversione

Il tasso di conversione è una metrica delle vendite che aiuta i digital marketers e i venditori di Amazon a capre quanto i loro prodotti sono efficienti dal punto di vista della vendita. È calcolato dividendo il numero totale di visitatori per il numero totale delle vendite. Per esempio, se 10 consumatori su 100 comprano il tuo prodotto, allora il tuo tasso di conversione sarà del 10%.
Inoltre Amazon offre una metrica denominata "Percentuale di sessione unitaria", simile al tasso di conversione, con una piccola eccezione: al posto di dividere le sessioni in ordini, divide le sessioni nelle unità effettive ordinate.

Ad esempio, se 3 clienti su 10 consultano il tuo prodotto e fanno un ordine per una unità, il tasso di conversione e la percentuale di sessione unitaria sono entrambi del 30%. Tuttavia, se 2 di questi 3 clienti decidono di ordinare 2 unità ciascuno, il tasso di conversione rimane 30%, ma la percentuale della sessione unitaria sale al 50%.

Amazon favorisce la percentuale delle sessioni unitarie rispetto al tasso di conversione, quindi è importante vendere il maggior numero possibile di unità, per mantenere il tuo prodotto nella “Top of Mind” dell'algoritmo di Amazon.

WhatsApp Image 2018-06-12 at 18.07.55.jpeg

Quali altri fattori influenzano il tasso di conversione?

Prezzo
I prodotti con un prezzo inferiore rispetto alla concorrenza generalmente hanno un tasso di conversione più alto. Questa, però, non può essere una strategia a lungo termine, dal momento che competere solo su questo elemento porterebbe a guerre al ribasso.

Coupon
Prova a sperimentare con la nuova funzione Clip-on Coupons, che Amazon ha recentemente rilasciato. Un consiglio: i nostri esperimenti dimostrano che e un coupon di € 1 funziona meglio di un coupon con una percentuale di sconto.

Metodo di spedizione
Chi non ama la spedizione gratuita in 2 giorni? Amazon cerca costantemente di spingere i venditori verso FBA (Fulfilled By Amazon – Spedito da Amazon), quindi, se deciderai per questa opzione, otterrai immediatamente un vantaggio competitivo, maggiore rispetto a chi sceglie di spedire autonomamente.

Keywords e Pertinenza

La maggior parte delle vendite su Amazon iniziano con una ricerca: il cliente digita il nome del prodotto che sta cercando, visualizza i risultati di ricerca, seleziona il prodotto pertinente alle sue esigenze e necessità e acquista. Considerato questo percorso, se si vuole arrivare in prima pagine, è necessario innanzitutto monitorare la ricerca. Come? Attraverso le keywords e la pertinenza.

Le parole chiave danno ad Amazon informazioni sui nostri prodotti, come ad esempio di che materiale sono fatti o dove devono essere posizionati. Per questo motivo è molto importante conoscere le ragioni per cui un determinato cliente cerca un determinato prodotto, perché quel cliente desidera quel prodotto e quali sono le parole chiave che usa quando lo cerca.

Se vuoi ottimizzare la tua scheda prodotto in Amazon contattaci qui: +39 346 749 6608

Titolo

Per quanto riguarda la pertinenza delle parole chiave, il titolo è l'elemento più importante. Questo perché ogni singola parola che lo compone è ricercabile a sé stante, quindi hai la possibilità di attrarre tanti clienti quante sono le parole del titolo. Amazon ti dà un limite di 150/200 caratteri (variano a seconda del mercato e della categoria prodotto).

Ricorda che creare il titolo del tuo prodotto è sia un'arte che una scienza: noi ti possiamo dare una mano a farlo! Il nostro obiettivo è creare titoli di prodotto che non siano solo pertinenti, ma che assicurino il clic del consumatore.

Caratteristiche del prodotto

Le informazioni contenute nel box “funzionalità del prodotto” sono indicizzate e ricercabili dai clienti. Questa è un'altra area della tua scheda prodotto in cui si possono includere le parole chiave utili per la sua classificazione. Ogni punto nel box ha un limite di circa 250 caratteri (variano a seconda del mercato e della categoria prodotto).

Questo è il posto giusto per includere funzionalità, vantaggi o attributi: prova a metterti nei panni del cliente e pensa a quali informazioni vorresti avere prima dell'acquisto.

Descrizione

Un'altra area in cui puoi espandere il target attraverso le keywords è la descrizione. Hai 2.000 caratteri per inserire informazioni rilevanti sui tuoi prodotti: questo è il posto migliore per fornire dettagli approfonditi e introdurre alcune parole chiave extra. Inoltre, una buona call to action come "Compra ora!" o "Ordina oggi!", potrebbe aiutarti a far aumentare il tasso di conversione.

Termini di ricerca

Nel back end dei prodotti che inserisci, puoi aggiungere ulteriori keywords che hanno un peso notevole quando si parla di pertinenza delle parole chiave. Ogni venditore ha a disposizione 5 campi di 50 caratteri ciascuno. I termini di ricerca back-end sono utili per inserire sinonimi o altre versioni più lunghe della tua parola chiave principale.

Conclusione

Ecco fatto! Questo è tutto ciò che devi sapere su come portare in prima pagina i tuoi prodotti su Amazon. Speriamo che questa guida ti abbia dato un'idea di ciò che che è necessario fare, ma ci rendiamo conto che non basta per riuscire a ottimizzare la tua scheda prodotto. Ecco perché ci siamo noi! Contattaci per una consulenza gratuita al +39 346 749 6608.

Comment