Sei un Vendor e vuoi sapere come evitare di spendere denaro in eccesso su Amazon? Queste sono le 4 cose che NON devi assolutamente fare.

 

1.     Lasciare i prodotti out of stock. Se Amazon è l’unico retailer che al momento vende i tuoi prodotti, nel momento in cui questi saranno out of stock, perderanno visibilità sul ranking. Più a lungo rimarranno in questo status, più sarà difficile che le vendite ripartano dallo stesso punto di quando le hai lasciate. Per esempio, se stavi vendendo 20 pezzi al giorno, dopo due settimane in out of stock potresti riuscire a venderne solo 10. Questo perché il tuo prodotto ottiene meno visibilità man mano che scende nel ranking. in questi casi dovrai trovare un modo per tornare al top delle vendite e della visibilità. Una soluzione potrebbe essere usare le campagne PPC di AMS (vedi qui per approfondimenti).

Un’altra casistica si presenta quando Amazon perde più volte la buy box di un determinato prodotto perché un venditore terze parti continua ad abbassare il suo prezzo di vendita. In questi casi Amazon potrebbe smettere di ordinare i prodotti da te o chiederti di abbassare il prezzo. Attento a scendere a compromessi su questo: è vero che in questo modo continuerai a vendere, ma rischierai anche di entrare in conflitto con i tuoi distributori offline, che mantengono invece un prezzo più alto (ne abbiamo già parlato qui).

 

2.     Ricevere dei Chargebacks. Si presentano quando non rispetti le normative di Amazon, fatte per migliorare le procedure logistiche. Le ragioni per un chargeback possono essere: spedizione in ritardo o mancante, mancanza di prodotti, ordini non confermati o cancellati entro 24h, ASN mancanti. Suggeriamo ai Vendor di leggere molto attentamente le normative di spedizione, in modo da evitare qualsiasi confusione e ridurre i casi di chargeback.

 

3.     Non aggiornare la disponibilità del prodotto. È importantissimo comunicare su base mensile la disponibilità dei propri prodotti ad Amazon. Te lo suggeriamo soprattutto se sei un fornitore che vende migliaia di SKU. Il sistema di Amazon potrebbe cancellare i prodotti dal ciclo di ordini per il semplice fatto che tu hai spesso cancellato i suoi ordini (perché magari i prodotti erano temporaneamente out of stock).

Un altro motivo potrebbe essere che Amazon non ha creato un margine sufficiente per poter continuare a vendere un determinato prodotto, e questo farà sì che lo escluda dal ciclo di ordini. In questo caso puoi valutare internamente se ha più senso negoziare un ordine di prodotti in massa ad un prezzo speciale o un miglior prezzo d’acquisto su tutti i prodotti.

In ogni caso, quando Amazon cambia lo stato di disponibilità del tuo prodotto in “non più disponibile”, nessun avviso ti viene recapitato. Per questo motivo è di vitale importanza che tu analizzi frequentemente i report per scovare situazioni del genere e riparare per tempo.

 

4.     Avere poca rilevanza nelle ricerche. Una bassa rilevanza nelle ricerche è spesso dovuta a una mancanza di visibilità nel ranking di Amazon. Quattro ragioni per cui questo capita sono le seguenti:

·      la pagina prodotto non è ottimizzata, mancano keyword importanti, il che risulterà nel non essere in ranking per tutte le keyword mancanti;

·      non sapere dove inserire le keyword;

·      la mancanza di recensioni o le troppe recensioni negative;

·      la mancanza di azioni pubblicitarie: la visibilità immediata che AMS può darti un aumento consistente di traffico e vendite a lungo termine.

 

Per approfondimenti in tema vedi anche 7 errori da non fare su AMS e Come ottimizzare i tuoi prodotti su AMS.

Comment